0

Vincenzo Alecci

Official website

Magna Via Francigena…il mio percorso!

Il giorno prima della partenza, mi ritrovo inevitabilmente a rivedere il percorso e le tappe che seguirò nel cammino. Come detto nel post di qualche giorno fa, partirò da Palermo, con destinazione Agrigento. 160 km che mi vedranno attraversare circa 9/10 paesini dell’entroterra della nostra Sicilia. Qui di seguito, voglio descrivervi tappa per tappa quali sono questi paesi:   1° tappa: Palermo – Monreale – Santa Cristina Gela (23,8 km, a detta del sito della Magna Via Francigena di difficoltà alta) 2° tappa: Santa Cristina Gela – Corleone (23,4 km, di difficoltà media, dove troverò il Gorgo del Drago, una serie di laghetti e salti di roccia scavati dall’affluente del fiume Belìce Sinistro. 3° tappa: Corleone – Prizzi (19,8 km, difficoltà media) 4° tappa: Prizza – Castronovo di Sicilia (23,9 km, difficoltà media, passando per le Riserve Naturali Monte Carcaci e l’area attrezzata Santa Caterina, polmoni verdi del Parco dei Monti Sicani) 5° tappa: Castronovo di Sicilia – Cammarata/San Giovanni Gemini (12,7 km, difficoltà media, una delle tappe più brevi) 6° tappa: Cammarata/San Giovanni Gemini – Sutera (20,3km, difficoltà alta) 7° tappa: Sutera – Racalmuto (22,2 km, difficoltà alta, la tappa più lunga dell’intero percorso, circa 22 km, è anche l’unica che attraversa molti centri urbani che fanno parte del progetto Magna Via Francigena. 8° tappa: Racalmuto – Joppolo Giancaxio (22,4 km, difficoltà alta, ultima tappa prima della meta finale) 9° tappa: Joppolo Giancaxio – Agrigento (13,2 km, difficoltà media, tappa finale che si diparte dal piccolo centro agricolo di Joppolo Giancaxio,1230 abitanti, fino ad arrivare alla bellissima Agrigento).   Come vedete, sono in tutto nove tappe, ma il mio obiettivo è di raddoppiare il cammino di due tappe, unendo le più brevi a quella successiva, riuscendo così ad arrivare alla meta in sette giorni circa. Sono luoghi che non si percorrono tutti i giorni, immersi nella natura, conoscendo degli scorci della Sicilia forse un pò troppo dimenticati nei secoli. Il mio obiettivo sarà quello di mostrarvi, con tutti i miei mezzi, la bellezza di questi luoghi, facendo sentire anche a voi un pò in viaggio.   Seguitemi anche nella mia pagina Facebook: http://www.facebook.com/vincenzoalecciphotography  

Magna Via Francigena: l’attrezzatura

A due giorni dalla partenza per la Magna Via Francigena di Sicilia, ho tutto l’occorrente per il viaggio, dall’attrezzatura fotografica all’attrezzatura da campeggio. Ma volevo condividere con voi tutto l’occorrente per un viaggio del genere, così da potervi dare degli spunti qualora decideste di farlo anche voi.   Attrezzatura fotografica: sono un fotografo naturalista e, come tale, preferisco viaggiare leggero, per via della lunga strada e dei tanti chilometri che mi trovo a fare. Porterò con me la mia Sony a7r con soli due obiettivi, il Samyang 14 mm f2.8 (che utilizzerò per quasi tutto il viaggio, dal momento in cui sarò circondato da paesaggi mozzafiato) e il Samyang 50 mm f1.4 (per quando mi troverò a fare qualche ritratto nei paesini che attraverserò). Come altri supporti per foto e video, porterò con me il mio fidato drone (il Mavic Pro della DJI), che mi aiuterà a catturare la bellezza degli scorci siciliani dall’alto. E per corsi d’acqua o foto/video più “estremi”? Naturalmente due action cam (una Gopro e una Excelvan). Il tutto non avrebbe senso senza i giusti “accessori”: porterò con me il filtro ND da 1000 stop della NiSi Filters, dei filtri di altissima qualità per delle foto più “particolari”; in più avrò il treppiede da viaggio della Afaith, leggero, stabile e di dimensioni ridotte.   Ma passiamo all’attrezzatura da campeggio che mi permetterà di accamparmi un tutta comodità ovunque io voglia. Ho acquistato il tutto alla Decathlon, spendendo cifre modiche ma portandomi a casa un0attrezzatura più che buona, che comprende: una tenda due posti (vi consiglio di prendere un posto in più perché lo spazio è minore, quindi se viaggiate da soli compratene una a due posti per stare veramente comodi), un materassino autogonfiabile (vi evita di portarvi dietro il materassino gonfiabile che prende più posto), un sacco a pelo (qui in sicilia e in questo periodo è più che buono quello da 10/15 gradi).   Per finire, portatevi magliette tecniche traspiranti e pantaloncini tecnici traspiranti e con una rapida asciugatura qualora dovessero bagnarsi in corsi d’acqua. Ah, non dimenticate power bank per avere il cellulare sempre carico e un taccuino dove appuntare ciò che vedete e ammirate durante il vostro viaggio. Seguite la mia pagina facebook www.facebook.com/vincenzoalecciphotography per gli aggiornamenti in tempo reale 🙂
magna via francigena

Magna via francigena… Si parte!

Ebbene si, si parte! Si parte in tanti sensi e con diverse cose: con il sito, per cui ho lavorato ad una grafica completamente nuova e a nuove sezioni, si parte con il mio lavoro di videomaker e fotografo ma, cosa ancora più esaltante, importante ed imminente, si parte per percorrere la Magna Via Francigena di Sicilia! Sono un fotografo naturalista, mi piace stare a stretto contatto con la natura, osservarne e catturarne la bellezza; inoltre, sono alla fine del mio percorso di studi e devo iniziare a scrivere la mia tesi di laurea. Inevitabilmente, ho pensato ad una tesi fotografica, ed ovviamente ho immaginato immediatamente foto di scorci naturalistici della nostra amata Isola… due più due fa sempre quattro, per cui la decisione è stata semplice: percorrerò a piedi la Magna via Francigena, immerso nella natura per realizzare un fotolibro sul cuore della mia Sicilia, fotografandone e filmandone tutti gli aspetti, passo dopo passo nel vero senso della parola. Un percorso di 160 km suddiviso in tappe da circa 25 km ciascuna, che mi vedranno attraversare tantissimi paesini del centro Sicilia, riserve naturali e pinete. Partirò da Palermo giorno 16 Giugno, per poi arrivare, chissà quando, ad Agrigento. Ho appena comprato tutto l’occorrente per questa avventura, e questi acquisti mi hanno permesso di sentire il viaggio più imminente… Nei prossimi giorni inizierò a preparare il mio bagaglio, e posterò qualche foto per farvi partecipare con me a questi preparativi! Questo mio primo articolo è il battesimo del mio blog, una sorta di diario che mi permetterà non solo di appuntare i momenti più belli, brutti, importanti, impegnativi del mio viaggio, ma soprattutto mi permetterà di condividerli con voi che mi seguirete da casa, sperando di far vivere un pò anche a voi questa magnifica via che percorrevano i nostri antenati. Grazie dell’attenzione e grazie a chi mi supporterà e mi seguirà, da vicino e da lontano. Potete seguire il viaggio anche sulla mia pagina Facebook: www.facebook.com/vincenzoalecciphotography